Il Rettore

 

rettoreIl Prof. Salvatore Berlingò è l'attuale Rettore dell'Università per Stranieri "Dante Alighieri".

 

Nato a Pizzo Calabro (V.V.) il 9.06.1943, domiciliato in via Giarabub n. 12/a; 89018 Villa San Giovanni (RC). E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Laureato con lode presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina nel novembre del 1965 e presso la Pontificia Università Lateranense nell’ottobre del 1972.

Abilitato all’insegnamento di Storia e Filosofia nei licei nel 1968. Avvocato cassazionista e della Curia romana.

È stato Vicepresidente dell’Associazione Canonistica italiana dal 1993 al 1999.

È stato consulente legale del Consiglio Regionale della Calabria dal 1983 al 1995.

È stato Direttore scientifico della Biblioteca centralizzata della Facoltà di Giurisprudenza di Messina dal 1980 al 2004.

Già Direttore della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dal 2001 e di seguito Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina, dal 2004 al 2012.
Premio Iemolo 1994, Premio Anassilaos 1995, Premio Troccoli “Magna Grecia” 2002, Premio “Città del Sole” 2007, Premio Pericle 2008.

Già titolare della Cattedra di Diritto Ecclesiastico e di Diritto Canonico nell’Università di Messina dal 1975 fino alla cessazione della carriera.

Collaboratore dell’Enciclopedia del Diritto, dell’Enciclopedia Giuridica Treccani, del Digesto, degli Istituti di Diritto Civile,del Dizionario biografico dei Giuristi italiani, del Dizionario Giuridico e del Dizionario del Diritto Costituzionale, curati da Il Sole-24 Ore, del Diccionario General de Derecho Canónico.

Già componente della direzione della Rivista “Il diritto ecclesiastico” dal 1975, e, ora, della Rivista “Quaderni di diritto e politica ecclesiastica” dal 1987, nonché della "Revista de Derechos Humanos” dal 2012.

Membro fondatore dell’ “European Consortium for Church and State Research”.

Presidente del Centro Diocesano San Paolo per il dialogo interculturale e interreligioso dal 1995 al 2011;membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione “Giorgio e Isa De Chirico” dal 1999 a tutt’oggi.

Rettore dell’Università per Stranieri Dante Alighieri dal 1998 ed ora confermato nella carica per i prossimi sei anni.

Autore di oltre duecento fra monografie, saggi su riviste italiane e straniere, voci di enciclopedia, raccolte di scritti, tanto in Diritto Canonico, quanto in Diritto Ecclesiastico. Tra le opere monografiche di maggiore interresse si segnalano:

Il Potere autorizzativo nel Diritto Ecclesiastico (1974); La Causa Pastorale della Dispensa (1978); Promozione Culturale e Pluralismo Scolastico (1983); Libertà d’istruzione e Fattore Religioso (1987); Giustizia e Carità nell’economia della Chiesa (1991); Diritto Canonico (1995); L’ultimo diritto (1998); nonché, in collaborazione con altri autori: Stato Democratico e regime pattizio (1977); Effetti civili delle sentenze ecclesiastiche in materia matrimoniale (1985); Giurisdizione canonica e giurisdizione civile. Cooperazione e concorso (1993); Il fattore religioso fra vecchie e nuove tensioni (1997); Cittadini e Fedeli nei Paesi dell’Unione Europea: Una doppia appartenenza alla prova della secolarizzazione e della mondializzazione (1999); Il Matrimonio Canonico (2006); Lezioni di diritto canonico (2008); The Financing of Religious Communities in the European Union - Le financement des religions dans les pays de l'Union européenne (2008); Codice del diritto ecclesiastico (2009); Il Matrimonio Canonico (2012).

Dirige per conto dell’“European Consortium for Church and State Research” il Code Européen Droit et Religions, di cui è uscito il Tomo I, U.E. – Les Pays de la Mediterranée (2001).

Con decreto ministeriale n. 0000439 del 17 giugno 2015 è stato insignito del titolo di "Professore Emerito".

 

Il Rettore è il rappresentante dell’Università ad ogni effetto di legge; coordina l’attività di indirizzo degli altri organi dell’Università ed è responsabile della conformità dei risultati della gestione amministrativa alle direttive generali impartite dal Consiglio d’Amministrazione.

In particolare, è compito del Rettore:

  1. convocare e presiedere il Consiglio di Amministrazione e curare l’osservanza dei deliberati del predetto organo;
  2. predisporre, con la collaborazione del Direttore Amministrativo, il bilancio di previsione sulla base delle indicazioni programmatiche del Consiglio di Facoltà e del Consiglio d’Amministrazione, nonché il conto consuntivo;
  3. garantire l’autonomia didattica e di ricerca dei Docenti;
  4. emanare, con proprio decreto, gli atti espressione dell’autonomia statutaria e regolamentare dell’Università, nonché i provvedimenti amministrativi a lui riservati a norma di legge, statuto e regolamento;
  5. esercitare il potere disciplinare nei confronti del personale dell’Università, entro i limiti di legge e secondo le previsioni di cui al presente Statuto fatte salve, in modo specifico, le competenze del Direttore Amministrativo per il personale tecnico-amministrativo;
  6. adottare, in casi di straordinaria e motivata necessità ed urgenza, e nei limiti previsti dal Regolamento generale d’Ateneo, i provvedimenti di competenza del Comitato Esecutivo o del Consiglio d’Amministrazione, da sottoporre a ratifica nella prima adunanza degli organi citati;
  7. stipulare convenzioni e contratti concernenti la didattica e la ricerca, previa delibera del Consiglio d’Amministrazione e/o del Comitato Esecutivo e Consiglio di Facoltà, secondo le rispettive competenze;
  8. presentare annualmente al Consiglio d’Amministrazione una relazione sullo stato dell’Università;
  9. assegnare borse di studio, premi e contributi agli studenti meritevoli, in base ai criteri proposti dal Senato degli studenti e deliberati dal Consiglio d’Amministrazione e/o dal Comitato Esecutivo;
  10. nominare un Pro-Rettore Vicario e uno o più Pro-Rettori, con compiti specifici, scegliendoli tra i professori di ruolo di prima o, in mancanza, di seconda fascia dell’Università, che abbiano optato per il regime di impegno a tempo pieno;
  11. esercitare tutte le altre funzioni che gli sono demandate dal presente Statuto e dai Regolamenti.

 

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen

Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Confermando accetti il suo utilizzo. Per saperne di più, consulta l'informativa estesa.